Sudafrica: una vacanza a Pretoria tra attrazioni e gastronomia

In Sudafrica, una città da tenere d’occhio è Pretoria. In continuo movimento, è un mix perfetto di arte, cultura, bellezze, gastronomia e divertimento

Annunci

Pretoria è una delle destinazioni più in crescita del Sudafrica, ricca di attrazioni per il tempo libero e piena di proposte per i prossimi mesi. Sono diverse, infatti, le nuove aperture in grado di attirare un numero sempre crescente di turismo in quella che rappresenta la capitale amministrativa del Paese.

Una città moderna e dinamica

Un viaggio da queste parti garantisce un mix di esperienze particolari, legate alla cultura ma anche alla gastronomia e i dati del Brookings Metropolitan Policy Program parlano chiaro: si tratta dell’area economica della zona più votata al cambiamento. L’aria di novità si nota ovunque, a cominciare dalle nuove aperture, fino agli appuntamenti di tipo culturale e nel settore della ristorazione.

Cosa fare nel tempo libero a Pretoria

Una delle attrazioni più rinomate da queste parti è il Sun International Square, il secondo casinò più grande del Sudafrica che è diventato il centro nevralgico di interessanti eventi locali e internazionali. In più, rappresenta anche il maggior centro di sviluppo nel settore dell’ospitalità, del gioco d’azzardo e del divertimento. All’interno ci sono 18 bar e ristoranti di punta, un anfiteatro e il Maslow Hotel, rappresentando in fondo il cuore del divertimento di Pretoria.  La nuova scena del divertimenti passa oggi da The Times Square, ma non è da sottovalutare nemmeno la scena culturale. La stessa che parte, ad esempio, dal Pretoria Art Museum che ha scelto di celebrare il centenario di Nelson Mandela con delle opere della Resistance of Art dal 1960 al 1980. Altra location da segnare in agenda è certamente quella del South African State Theatre dove sono in calendario spettacoli di ogni genere: dai festival, alle commedie ai concerti fino alla musica jazz.

La cucina

A Pretoria è praticamente d’obbligo anche un giro per ristoranti. Il tour culinario può cominciare dall’Heritage Lifestyle Restaurant, di nuova apertura, che garantisce in menu ottimi piatti della cucina tradizionale africana rivisitati in chiave contemporanea. L’ambiente è raffinato e in sottofondo c’è della delicata musica jazz. C’è poi il Cockpit Brewhouse, un birrificio-ristorante a tema aviazione, leggermente fuori città, a Cullinan. All’interno viene servita la migliore birra artigianale e nel weekend non manca la musica live. E poi c’è la LeSi Restaurant at Casa Toscana, all’interno del quale, nel corso della serata, si assiste a una performance teatrale messa in scena dal personale. Le portate da gustare qui in tutto sono sei.

Dove dormire

Diverse sono  Pretoria le nuovissime aperture, infine, riguardo agli hotel. Si comincia dal The Maslow Time Square, una struttura all’avanguardia con diverse opzioni di pernottamento. Le camere sono a tre e cinque stelle dentro il medesimo edificio. C’è poi lo 012 Central, complesso multifunzione con spazi per eventi. Al suo interno si organizza il Market@Sheds, un mercato mensile carico di colori e prodotti unici tra birra artigianale e street food. Si svolge l’ultimo sabato del mese ed è aperto dalle 11 alle 18 al costo di 50 rand, circa 3 euro.

Lo shopping che salva i monumenti italiani: fino al 15 novembre una iniziativa unica

abbazia-san-fruttuoso-di-capodimonte

Fare acquisti è una delle attività preferite delle donne e non solo. Crisi a parte. Fino al prossimo 15 novembre, c’è la possibilità di fare shopping nei The Style Outlets e tutelare le meraviglie dello Stivale. Sì perché è scattata già da inizio ottobre una campagna speciale che coinvolge ogni angolo della Penisola e inaugura la collaborazione di Neiver, azienda leader in Europa e il Fondo per l’Ambiente Italiano. Partecipare alla raccolta fondi del FAI per l’iniziativa “Ricordiamoci di salvare l’Italia“, è semplice: si può contribuire con due euro all’atto dell’acquisto all’interno dei punti vendita di Vicolungo (Novara)/Castel Guelfo (Bologna).

I clienti riceveranno poi una FAI Donor Card, che consentirà un ingresso gratuito in un bene FAI. Tra i patrimoni del Belpaese da non perdere, in questo senso, ci sono Villa Necchi Campiglio nel cuore di Milano, la splendida Abbazia di San Fruttuoso a Capodimonte, nella suggestiva insenatura del Monte di Portofino, o il Giardino Pantesco di Donnafugata nel cuore di Pantelleria. Questi, ovviamente sono solo esempi, perché i beni da vedere gratuitamente sono tantissimi. Per visionare l’elenco completo si può dare una occhiata a questo link.

Villa Necchi Campiglio, Milano - Foto Giorgio Majno, Fotografo 2008 © Archivio FAI - Fondo Ambiente Italiano

Il Fondo Ambiente Italiano da anni cerca di preservare e riportare alla luce angoli di natura, paesaggio o capolavori dell’arte dimenticati. La campagna Fai viene sposata stavolta appieno da Neinver in primo piano in ambito sociale, di tutela dell’ambiente e del consumatore. Si tratta di una azienda nota nel settore dello sviluppo, degli investimenti, delle gestioni immobiliari e di fondi, con oltre 40 anni di esperienza. Sul mercato oggi conta la gestione di 15 outlet center.Le boutique dei The Style Outlets propongono collezioni con sconti sul prezzo di listino che vanno dal 30% al 70% e sono posti dove arte e creatività permettono a tutta la famiglia di trovare il giusto intrattenimento. Stavolta anche in nome del Fai.

11mila fari pronti a diventare strutture ricettive per turisti

fari

Ha sempre avuto qualcosa di romantico la possibilità di dormire in un faro ed ecco perché una vacanza del genere tende ad attirare coppie ed animi solitari, nonché artisti che guardando il mare infrangersi tra gli scogli trovano ispirazione ed emozioni. La bella notizia che a breve aumenteranno le proposte di soggiorno di questo tipo, visto che il Demanio italiano ha deciso di dare in concessione ben 11mila fari. Tutti saranno convertiti in strutture ricettive.

Continue reading “11mila fari pronti a diventare strutture ricettive per turisti”

Posted in newsContrassegnato da tag

La nuova funivia del Monte Bianco: eccellenza tecnologica

monte bianco

Un vero gioiello della più sofisticata tecnologia attuale. La nuova funivia del Monte Bianco non sarà solo funzionale ed esteticamente all’avanguardia, ma vanta già una serie di caratteristiche praticamente uniche. Tra stazioni collegate da cabine vetrate rotanti, piloni di sostegno alti fino a 102 metri e forme adatte a non cedere nonostante le forti raffiche di vento. L’impegno di Schüco Italia e AZA, insieme, ha dunque prodotto un grandissimo risultato.
Le tecniche costruttive e i sistemi per l’involucro edilizio sono stati studiati meticolosamente e le condizioni climatiche estreme, ora, non sono più un problema. Il design, poi, è a tema in perfetta comunione con l’ambiente circostante. Si ispira, infatti, ai cristalli di ghiaccio e ai riflessi della neve e la velocità è un must. Bastano solo 19 minuti per arrivare fino a 3.466 metri e qualcuno la definisce già “l’ottava meraviglia del mondo”, con cui giungere ad un passo dal cielo.

Le stazioni sono: Pontal d’Entrèves, Pavillon du Mont Fréty e Punta Helbronner, con tanto di panorama incredibile dove un tempo potevano arrivare solo gli alpinisti di grande esperienza. A firmare la nuova funivia ci ha pensato Carlo Cillara Rossi, con l’ausilio di uno staff di tecnici super preparati e l’attenzione è stata puntata pure all’impatto ambientale dell’impianto, sia dal punto di vista paesaggistico che di sostenibilità energetica. I prospetti della stazione di Punta Helbronner, ad esempio, sono sviluppati in verticale e prevedono terrazze a sbalzo ed effetti che ricordano le grandi cuspidi rocciose del Monte Bianco. I materiali usati sono ad alto isolamento, con superfici fotovoltaiche e sistemi di riscaldamento con pompe di calore. In primo piano anche alluminio acciaio e vetro che servono contro le dispersioni energetiche e per assicurare l’elevata trasparenza dell’involucro.

funivia monte bianco

Il tour della montagna inizia a Pontal d’Entrèves, la stazione di valle della funivia, dove c’è tra l’altro pure l’area dedicata ai parcheggi. Pavillon du Mont Fréty, la stazione intermedia, costituisce l’anima vibrante della funivia, con ampie specchiature e spazi per il ristoro pubblico. Il vero cuore tecnologico è però racchiuso a Punta Helbronner, la stazione di monte, capolavoro di ingegneria e design. Inaugurata recentemente, la nuova funivia del Monte Bianco è ormai in piena attività.

 

Tutti pazzi per Games of Thrones (Trono di Spade)

Vueling si diverte a giocare con le prenotazioni dei luoghi e dei livelli della serie.

Grande notte quella in arrivo per gli appassionati di Games of Thrones, o Trono di Spade che dir si voglia (in inglese, in effetti, suona meglio!).  Finalmente, sta per andare in onda, in contemporanea in tutto il mondo, l’inizio della nuova stagione su Sky Atlantic (in versione sottotitolata, a partire dalle 3:00), ma già nelle scorse ore sarebbe stato lanciato illegalmente online qualche episodio. Mentre tutti si interrogano sulle novità e cercano magari di scovare le annunciate anticipazioni,  l’attesa diventa trepidante e se Skyscanner ha pensato a tre itinerari economici ai quali ispirarsi per una partenza “a tema”, il vettore spagnolo Vueling ha lanciato una singolare iniziativa. Alle sue destinazioni tradizionali, ha aggiunto pure le location della saga creando un meccanismo di booking ad hoc, nella versione inglese e spagnola. Non è possibile visualizzarla, attualmente, in italiano.

Continue reading “Tutti pazzi per Games of Thrones (Trono di Spade)”

San Valentino, Carnevale e il Ballo del Doge 2015: a Venezia quest’anno la festa è unica

Quest’anno Venezia si prepara a vivere un evento da non dimenticare. Sì, è vero, il Carnevale qui è sempre speciale, ma c’è di più. Un caso più unico che raro ha fatto in modo che corrispondesse il periodo di San Valentino, del Carnevale e del consueto quanto esclusivo Ballo del Doge. A tale appuntamento potranno partecipare tutti coloro che acquisteranno il cofanetto di Boscolo Gift, una linea esclusiva di prodotti a tema creati dal noto brand per non mancare alla cena a palazzo Pisani Moretti, dove appunto ci si riunisce per lo speciale Ballo del Doge.

L’incontro culturale e artistico più importante dell’anno da queste parti, è di solito per pochi eletti, eppure in questo caso oltre ai vip dal 13 al 15 febbraio  ci saranno anche gli ospiti che hanno scelto tale splendido prodotto.

boscolo_gift_venezia

Cosa è compreso nel cofanetto di Boscolo Gift ? [clicca sulla foto per quello veneziano]

Il pernottamento  di due notti in in hotel 5 stelle con prima colazione, il noleggio di un costume d’epoca della categoria super lusso firmato Antonia Sautter, anima e ideatrice del Ballo del Doge, l’ingresso a Palazzo Pisani Moretti, il cocktail di benvenuto. In più, nell’edizione limitata del cofanetto, non manca la cena placée per due persone al piano nobile del palazzo, con tanto di open bar e discoteca.

Le atmosfere del 700 veneziano sono tutte una esplosione di eleganza e di lusso e in molti hanno sognato nella vita di fare un viaggio nel tempo, almeno per una sera e ritrovarsi tra saloni per le feste e nobiltà locale riccamente abbigliata. Detto, fatto con Boscolo.

Per quanto riguarda la cena,  sarà verrà servita al piano nobile del palazzo, dopo un raffinato cocktail di benvenuto. Subito dopo gli ospiti saranno accompagnati ai tavoli e gusteranno il meglio delle proposte dei più noti chef veneziani. Il ballo, invece, ogni anno ha un tema. Stavolta si tratta di Cupid in Wonderland, proprio perché corrisponde alla festa degli innamorati.

Ecuador, sviluppo sostenibile e tour da sogno

Embed from Getty Images

Immaginate foreste selvagge e verde a perdita d’occhio, animali (anche rari) in libertà e la possibilità di fare un viaggio indietro nel tempo, dimenticando lo stress del vivere moderno a favore di una riscoperta della natura. Il microcosmo che state visitando, è di certo l’Ecuador. La vacanza da queste parti è “green” e c’è la possibilità di provare tante esperienze alternative. Ci si può trovare immersi in una foresta pluviale per esempio e non rinunciare ai comfort, soprattutto se ci si affida a Ruta40 in Ecuador. Si potrà decidere, dunque, di seguire un itinerario nel segno del turismo sostenibile tra giungla e neve, consapevoli di quanto da queste parti il paesaggio cambi costantemente. Imperdibili, in questo senso la coloniale Quito, ma anche il Mashpi Lodge e per chi ha la possibilità le Isole Galapagos, per desiderare davvero di non tornare più indietro. L’Ecuador si potrebbe definire un tappeto di verde e altopiani, con la presenza di vulcani a regalare un tocco diverso al panorama.

Continue reading “Ecuador, sviluppo sostenibile e tour da sogno”

I turisti italiani amano il web: per i viaggi diventano social

Embed from Getty Images

Il web per chiedere una informazione o per acquistare un prodotto: gli italiani pronti ad un viaggio sembrano non avere dubbi

Embed from Getty Images

Il turismo non vive certo primavere interessanti, eppure se c’è un settore che fa da traino lasciando intravedere qualche spiraglio, quello è di sicuro il web. Si calcola che siano stati guadagnati in acquisti almeno 9 miliardi di euro, facendo lievitare le cifre in positivo fino ad un più dieci per cento rispetto al 2013.

Continue reading “I turisti italiani amano il web: per i viaggi diventano social”

Il galateo del passeggero in volo: a te cosa è capitato sull’aereo?

volo

E’ un filone che in qualche modo va anche di moda, però è vero che in volo trovandosi in uno spazio ristretto con sconosciuti, può accadere praticamente di tutto. Ci si accorge in pochi minuti, dunque, che l’educazione sempre più spesso resta relegata tra le pagine di trattati del passato e il quotidiano è, ormai, una giungla carica di insidie e modi di fare non troppo civili. Sull’aereo accade la stessa cosa e a stilare una sorta di classifica delle situazioni più imbarazzanti e, allo stesso tempo, surreali, c’è Kayak e c’è da giurarci che qualcuna sarà capitata anche a voi.

Continue reading “Il galateo del passeggero in volo: a te cosa è capitato sull’aereo?”

Sognando la Thailandia: ecco i nomi dei fortunati in partenza per l’Asia

wat_pho

Meravigliosa Asia, terra di profumi e di colori, di tradizioni affascinanti e di cucina dai sapori particolari. Gli italiani la adorano e sono in partenza due fortunati protagonisti di una avventura unica. Sono i finalisti di Sognando la Thailandia, giunta alla seconda edizione e i loro nomi sono Gabriele Saluti e Tatiana de Pilla. Appena partiti, staranno tre settimane nella Terra del Sorriso per raccontarla in modo speciale. Punteranno, infatti, sul mondo interattivo e multimediale.

Continue reading “Sognando la Thailandia: ecco i nomi dei fortunati in partenza per l’Asia”